Una panchina europea per Catania: i Giovani delle Acli si incontrano per “L’Europa che verrà”

CATANIA - Si è svolto ieri, presso la sede provinciale delle Acli di Catania l’incontro “L’Europa che verrà - Le opportunità per i giovani” incontro nazionale organizzato dai Giovani delle Acli.

Il 2022 è l’Anno Europeo dei Giovani e i Giovani delle Acli hanno deciso di dare il proprio contributo per la valorizzazione di questo speciale anno.

L’obiettivo dell’incontro è stato quello di accrescere la consapevolezza dei giovani cittadini siciliani in merito alle opportunità che si possono cogliere grazie all’Unione Europea, inoltre si è posto l’accento sulla discussione di temi di rilevanza europea. Si è infatti discusso di partecipazione attiva, della cittadinanza europea, di opportunità giovanili di studio e lavoro in Europa, con esempi di esperienze e buone prassi europee dei volontari di One Hour For Europe e dell’utilizzo della piattaforma COFE. Presenti molte associazioni nei tavoli tematici, come: “Azione Cattolica Giovani di Catania”, “ESN”, “AIESEC Catania”, “Generazione Ypsilon”.

“Sono davvero felice di ospitare un evento come questo di rilevanza nazionale” - afferma il presidente provinciale Acli Catania, Ignazio Maugeri. “Incentivare il dialogo tra i giovani è fondamentale, perché sono proprio loro a rappresentare la nostra sfida più grande, in ambito lavorativo e non solo. Nel delicato momento che stiamo vivendo vedere questi giovani entusiasti, uniti, nel nome dell’Europa è davvero un forte segnale di speranza”.

Per Vincenzo Coppola, vice coordinatore nazionale Giovani delle Acli: "Siamo orgogliosi di aver potuto ospitare a Catania una delle oltre 30 tappe del percorso intitolato “L’Europa che verrà” che, come Giovani delle Acli, abbiamo organizzato per far conoscere l’Europa e le tante opportunità per i giovani offerte dall’UE”.

“I nostri eventi di promozione alla cittadinanza attiva dei giovani perseguono l'obiettivo di far conoscere le opportunità che l'Unione Europea mette a disposizione per la formazione in tutta Europa -afferma Natascia Arcifa, Co-Founder OneHourForEurope e ambasciatrice Anno Europeo Gioventù- “Vogliamo permettere ai giovani di amplificare la loro voce: sta a noi dare forma al futuro dell'Europa”.

A conclusione della giornata un gesto dal valore simbolico: presso Piazza Aldo Moro a Catania una panchina della piazza è stata dipinta con i colori della bandiera europea. Ha partecipato all’incontro Paolo Ferrara, presidente III Municipio di Catania: “Siamo orgogliosi di aver ospitato un evento di tale importanza a Borgo-Sanzio e siamo convinti che tali iniziative siano fondamentali per educare i giovani alla cultura europea”.

Il percorso vede il supporto del Parlamento europeo – Ufficio in Italia; del Ministero delle Politiche Giovanili; dell’Agenzia Nazionale Giovani e del Consiglio Nazionale dei Giovani.




3 visualizzazioni0 commenti