LCATANIA –  Le Acli di Catania, in collaborazione con Acli Sicilia, hanno donato prodotti di generi alimentari alla Caritas di Cataniada utilizzare per le mense chesi trovano all’interno dell’Help Center di Piazza Giovanni XXIII (Stazione centrale) e Beato Dusmet di Librino.

Grazie al progetto regionale di Acli Sicilia “Il pane agli ultimi”, finanziato con i fondi del 5 x 1000, voluto dal presidente regionale Stefano Parisi, pacchi di spesa sono stati donati alla Caritas, con la quale ogni anno si rinnova una collaborazione a sostegno della Comunità, all’interno della quale la domanda di assistenza da parte delle famiglie si fa sempre più incisiva.

Alla consegna, avvenuta presso la sede provinciale delle Acli di Catania (Corso Sicilia 111) presenti il responsabile Caritas Catania, Salvo Pappalardo, il presidente provinciale delle Acli di Catania, Agata Aiello, i dirigenti, gli operatori e alcuni volontari dell’associazione.

Per Don Piero Galvanodirettore Caritas Diocesana di Catania: “Una Città che sta attraversando uno dei periodi più difficili e delicati della sua storia recente, segnali di solidarietà, come questa sostanziosa donazione alimentare, sono delle mani tese per aiutare i bisognosi a rialzarsi. E in questo particolare contesto cittadino, dettato dalla crisi occupazionale di alcune aziende e dai problemi finanziari del nostro Comune, assume ancora più significato la collaborazione con le Acli, ormai consolidata negli anni, per lo sportello ‘incontra-lavoro’ di via Acquicella, perché è dal lavoro che si ricostruisce la dignità della persona”.

“Aiutare la Comunità è da sempre impegno quotidiano per la nostra Associazione – afferma il presidente delle Acli di Catania, Agata Aiello– in un momento storico come quello che stiamo vivendo, in cui molte famiglie vivono in assoluta povertà. Fare rete nel territorio – conclude il presidente Aiello –  con le associazioni di volontariato, con le parrocchie, con le strutture che assistono i più bisognosi, è fondamentale per poter realizzare concretamente un aiuto. Nel nostro piccolo, nell’ambito della campagna 5×1000 ma con ogni attività che portiamo avanti, continueremo ad assistere i nuclei famigliari in difficoltà attraverso azioni di assistenza, accompagnamento e supporto”.

Share This Story!

Nessun Commento

You can post first response comment.

Leave A Comment

Per favore inserisci il tuo nome Per favore inserisci un indirizzo email valido Please enter a message.